I Amsterdam card

La card vi permette di utilizzare, liberamente e senza limiti, tutti i mezzi pubblici della città: autobus, tram e metropolitana della rete cittadina.

Non è valida sui treni, come quello dall’aeroporto Schipol al centro città, i biglietti per questo spostamento potete acquistarli una volta arrivati in aeroporto alle macchinette che si trovano davanti ai caffè e alle scale mobili per scendere ai binari.
Dovete ricordarvi di passare tutti i biglietti, compresa la City Card, sui lettori che si trovano sui mezzi di trasporto, sia quando salite che quando scendete (altrimenti non si apre il passaggio per scendere).

La Card comprende l’entrata gratuita nei musei più visitati, nelle attrazioni della città che fanno parte del circuito (potete entrare 1 sola volta) e una crociera sui canali. Ci sono poi degli sconti in alcuni negozi e locali che hanno aderito come ristoranti, caffè e negozi.

La durata

Ci sono 4 tipi di card a seconda della validità: 24, 48, 72, e 96 ore.

Su questo non posso darvi consigli, dipende da quanto tempo vi trattenete ad Amsterdam.
Noi avevamo quella da 72 ore ed è stata sufficiente perchè nelle giornate in cui ci siamo dedicati ai dintorni di Amsterdam, tipo per andare al Keukenhof che sta a Lisse e non ha l’ingresso incluso, non l’abbiamo usata, quindi calcolate i giorni in cui effettivamente sarete in città per decidere quale scegliere e destinate i giorni in cui la card è già scaduta ai dintorni visto che la durata è continuativa e inizia dal primo utilizzo.
È anche utile sapere che, al di fuori di Amsterdam, il Museo e i bei mulini di Zaanse Schans sono compresi nella card e anche i musei Frans Hals, Teylers e Dolhuys nella cittadina di Haarlem.

La I Amsterdam City Card conviene?

Tenete presente che i biglietti dei mezzi pubblici acquistati singolarmente sono abbastanza costosi (3 euro quelli con validità di un’ora) e anche i biglietti dei musei non sono proprio economici, quindi basta fare un rapido calcolo per capire che per gli adulti conviene farla.

Facciamo una simulazione per gli adulti.
Se voleste visitare  4 musei come il Van Gogh Museum, il Rijkmuseum, il Nemo eil Museo marittimo nazionale Scheepvaartmuseum spendereste 18 + 17,50 + 16,50 + 16,00;
+ l’abbonamento per i mezzi pubblici per 72 ore costa 17,50 euro (i biglietti singoli 3 euro per un’ora di viaggio);
+ fare una crociera sul canale vi costerebbe 17,00 euro;
+ per visitare Zaanse Schans si deve acquistare una card che costa 15,00 euro per gli adulti;
Il totale speso sarebbe 117,50 euro mentre la I Amsterdam Card per 72 ore costa 87 euro quindi vi farebbe risparmiare già 30,00 euro per ogni adulto.

Inoltre tra i vari sconti da segnalare c’è quello del 25% sul noleggio biciclette, sulla barca Hop-on Hop-off (come i classici autobus turistici ma sui canali), sugli ingressi a Madame Tussauds, all’Heineken Experience e su alcuni locali tra cui la catena Wagamama, The Pancake Bakery e Pancake Amsterdm.
A  questo proposito vi segnalo che la lista dei locali sta in quel piccolo quadernino rosso, in alto a sinistra, dentro alla mappa che vi consegnano con la City Card, noi non l’abbiamo notato e da Wagamama non abbiamo chiesto lo sconto!

Facciamo una simulazione per i bambini
Per quanto riguarda i bambini il discorso è un po’ diverso, sicuramente non conviene acquistarla per quelli che hanno meno di 12 anni visto che dai 4 agli 11 anni l’abbonamento per i trasporti costa solo 3,75 per 24 ore, 7,50 euro per 48 ore e 11,25 euro per 72 ore.
Se per esempio volete portarli al Nemo il biglietto costa 16,50 dai 4 anni, mentre per il Museo Marittimo si pagano 7,50 dai 5 ai 17 anni, la crociera costa 10,00 euro dai 4 ai 12 anni, la card per Zaanse Schans costa 10,00 euro e il Van Gogh Museum fino a 18 anni è gratis. Non credo che si arrivi facilmente alla cifra di 87 euro visto che c’è uno sconto sulla City card per i bambini e i prezzi sono gli stessi degli adulti.

Dopo tutti questi calcoli e ragionamenti il mio consiglio è quello di acquistare le I Amsterdam City Card solo per gli adulti mentre per i bambini potete prendere gli abbonamenti per i trasporti da 48 o 72 o 96 ore a seconda di quanto vi trattenete in città e poi pagare i singoli biglietti.

Dove si compra la I Amsterdam City Card

La potete acquistare:

  • nell’Ufficio Turistico dell’Areoporto di Schiphol;
  • nello Store dentro alla Stazione Centrale;
  • all’Ufficio Turistico di fronte alla Stazione Centrale
  • sul sito iamsterdam.com/citycard guardate se ci sono delle offerte, adesso per esempio quella da 72 ore costa 84 invece che 87 euro.

I musei di Amsterdam

Amsterdam vanta musei di fama mondiale. Durante la vostra visita in città non potete perdere il Rijksmuseum, il Museo Van Gogh o alla Casa di Anne Frank. Amsterdam è una città molto apprezzata dagli appassionati di arte grazie ai suoi numerosi musei, più di 50, alcuni dei quali di fama internazionale. Oltre ai maestosi dipinti del Secolo d’Oro potrete ammirare interessanti esposizioni di arte moderna, di cinema, di teatro e di fotografia e alcuni percorsi museali dedicati come l’Heineken Experience o il Body Worlds.

MUSEO VAN GOGH 

Tappa fondamentale di ogni viaggio ad Amsterdam è il bellissimo Van Gogh Museum. Uno dei musei più belli della città e proprio accanto al meraviglioso Museo Stedelijk, dedicato all’arte moderna e contemporanea. Come potrete intuire dal nome, questo museo possiede la più ampia collezione di dipinti di Van Gogh del mondo. In realtà, è ben più che solo un museo: è un viaggio nella vita del pittore, attraverso tutti i suoi stadi emotivi, che lo hanno portato a modificare nel tempo la propria visione del mondo e il suo modo di ritrarlo. Si trova sul Museumsplein, la piazza su cui si affacciano i musei della città. È in buona compagnia, insieme al Rijksmuseum, allo Stedelijk Museum e… alla famosissima scritta “I amsterdam”! Volevate forse scampare a un selfie qui davanti?

Prezzo del biglietto: 15 €; gratuito per bambini e ragazzi fino ai 18 anni

TOUR DEI CANALI 

Da sopra, su una bicicletta nuova di zecca, da sotto, su una barca o un battello, passeggiando sulle sponde, attraversando i suoi ponti con in mano una macchina fotografica. Tra le 10 cose da vedere e da fare ad Amsterdam, una gita lungo i canali è una delle più importanti e romantiche. La “Venezia del Nord” vi stregherà e vi conquisterà riflettendosi sull’acqua dei suoi affascinanti canali, per lasciarvi un ricordo magnifico! Non perdete una visita al quartiere di Jordaan, con le boutique di antiquari e artisti locali, e godetevi tutto l’incanto e il fascino di una città bellissima, che si mostra in tutto il suo spelndore e che svetta con i suoi edifici rinascimentali, a circa 2 metri sul livello del mare.

 LA CASA DI ANNA FRANK

La storia di Amsterdam si intreccia con la storia d’Europa e con i tragici eventi della Seconda Guerra Mondiale. Alcuni edifici e luoghi della città, sono testimonianza di quel periodo di orrore e guerra. La Casa di Anna Frank la riconoscerete dalla fila che ogni giorno si forma all’entrata e che si snoda lungo il canale su cui si affaccia. La casa di Anna Frank è un luogo carico di storia e di emozione. Oltrepassando la libreria girevole che porta al nascondiglio della famiglia Frank si fa un salto temporale e si vive per un secondo dentro il suo diario. Se volete evitare la folla dei turisti, evitate di andare di sabato e di domenica, ma ritagliatevi un paio d’ore nel vostro programma per questo viaggio nella memoria.

Aperto tutti i giorni dalle 9.
Prezzo del biglietto 9€ per gli adulti, 4.50€ dai 10 ai 17 anni, gratuito per i più piccini.
È possibile acquistare online il biglietto, scegliendo l’orario della visita.

PIAZZA DAM

Immensa, gigantesca, attraversata da pedoni, tram, turisti e biciclette. Piazza Dam è il cuore della città, animato da fiere, giostre, mercatini e artisti di stradache in ogni periodo dell’anno affollano questa enorme piazza ciottolata. Su Piazza Dam si affacciano il Palazzo Reale (Koninklijk Paleis), la Nieuwe Kerk (letteralmente “Chiesa nuova”, per distinguerla dalla Oude Kerk, la “Chiesa vecchia”), il Nationaal Monument (un obelisco di 22 metri per ricordare i caduti della Seconda Guerra mondiale). Curiosità: “dam” in olandese significa diga: proprio qui era stata eretta una diga per dividere il fiume Amstel dallo Ij. Ecco com’è nato il nome Amsterdam!

RIJKSMUSEUM

Il Rijksmuseum ospita dagli inizi del 1800 la più grande collezione di arte fiamminga del mondo ed è uno dei Musei più grandiosi della città, con un’architettura elegante e magnifica, che vi sorprenderà a ogni passo, durante la vostra esplorazione. Da non perdere il famosissimo quadro “La ronda di notte di Rembrandt”. L’edificio del museo si presenta così elegante e maestoso da trascinarvi nell’atmosfera dell’arte fiamminga prima ancora di varcarne la soglia!

Aperto tutti i giorni dalle 9 alle 17.
Prezzo del biglietto 15€, gratuito per bambini e ragazzi fino ai 18 anni.
È possibile acquistare online il biglietto

biglietto.

VONDELPARK

Quello che Central Park è per New York, è Vondelpark per Amsterdam! Fiori, laghetti, ponticelli… E poi ancora: concerti di musica jazz, performance acrobatiche, spettacoli di danza moderna, tutto rigorosamente gratuito! Vondelpark è il punto di ritrovo per gli abitanti di Amsterdam. Soprattutto in primavera e d’estate, il parco si riempie di gente: chi fa jogging, chi prende il sole, chi organizza mercatini improvvisati, chi suona la chitarra sull’erba. Prendetevi un pomeriggio libero e rilassatevi nello splendido polmone verde della città.


The Bulldog Coffee Shop

Il mastino con il collare borchiato è il simbolo del The Bulldog, la catena di Coffeshop più famosa di Amsterdam. I locali sono 5 ma il migliore è il 90. The Bulldog è una catena di Coffeeshop molto famosa di Amsterdam che conta 5 locali, un hotel, diversi souvenir shop e seed shop. Il Bulldog No. 90 è stato il primo Coffeeshop aperto ad Amsterdam tra i canali del quartieri a luci rosse, le serrande sono state alzate alla fine del 1975, e da decenni è il simbolo del consumo libero di cannabis. Gli altri locali della catena sono il Bulldog Palace, il Rockshop, il Mack e l’Energy. Molto frequentato dai turisti italiani e dalla gente del posto, The Bulldog è facilmente riconoscibile grazie al suo logo: il mastino con il collare borchiato.

Un coffee shop fondato nel 1974 nel Red Light District De Wallen (il quartiere a luci rosse) di Amsterdam da Henk de Vries, che per il nome si é ispirato al suo cane Joris, un bulldog appunto.
Un posto pensato per fare due chiacchiere rilassati, per mangiare, bere e fumare, liberi da convenzioni.
Il Bulldog No. 90 (detto anche “The First“) é stato il primo di questa fortunata catena di coffee shop ad aprire i battenti. Un’idea lungimirante ed azzeccata.

The Bulldog nel mondo

Locali ben arredati, originali e caratteristici, dove é possibile degustare panini o dolci, con grande scelta di bevande e caffé. Luci soffuse e sottofondo musicale o musica dal vivo e karaoke all’interno, a seconda dei diversi momenti della giornata e delle serate, oppure sedute all’esterno per godersi la vista del canale.
É il coffee shop piú rinomato e popolare della capitale olandese, ormai nome storico, che quindi merita una visita e anzi diventa una tappa obbligata (anche solo per curiositá) se ci si trova da quelle parti. Per questo stesso motivo è anche il piú affolato, soprattutto dai turisti e di sera, quindi non é sempre facile trovare posto. E anche i prezzi sono leggermente piú alti rispetto agli altri coffee shop.
Oggi é un brand famoso che identifica non solo il tradizionale coffee shop, ma anche un hotel ad Amsterdam e in Canada, negozi (Gottahaves shop) e diversi prodotti (dal caffé agli accessori per fumatori, ai semi), oltre a vestiario, gadgets e souvenir acquistabili anche on-line e diffusi tra gli appassionati di tutti i Paesi.

Agoda.com (Global)

E in Italia?

Nel gennaio 2018 The Bulldog ha acquisito una partecipazione del 35% della “Amsterdam Dogs S.r.L.”, societá nata nel 2001 per gestire il marchio olandese (e giá sua partner da 15 anni) in qualità di distributore esclusivo in Italia dei prodotti Bulldog. I punti vendita sono attualmente 15.000 e con questo recente investimento Amsterdam Dogs punta a raggiungere 25.000 punti vendita in tutta Italia nei prossimi anni. A dispetto dell’immagine di questo cane dal muso ringhioso scelto per identificare il marchio, The Bulldog Amsterdam è diventato un’attrazione per la sua città e puó vantare un primato nella diffusione dell’idea di relax e di “godere del privilegio di essere se stessi“.

Tiqets US

Pattinare ad Amsterdam

Il freddo che ha colpito la città olandese permette agli abitanti di viverla in modo senz’altro originale.

I bambini di Amsterdam crescono nell’attesa delle grandi gelate dell’inverno. 

È allora che i canali ghiacciano e ci si può pattinare sopra. Sono passati due secoli ma resiste ancora, in Olanda, la passione per questo sport raccontata dal romanzo Pattini d’argento, di Mary Mapes Dodge.

Quando non fa abbastanza freddo per pattinare lungo i canali, gli appassionati si consolano sulle piste artificiali. Quelle più spettacolari dove cimentarsi con scivolate e piroette sul ghiaccio, ad Amsterdam, sono:

  • Museumplein, in pieno centro, davanti al  il Rijksmuseum,
  • Rembrandtplein, dove è stata spostata la tradizionale pista di pattinaggio di Leidseplein,
  • Jaap Eden, il centro più professionale, con una pista da 400 metri, una coperta e un angolo dedicato ai principianti.

Il rito del pattinaggio e la zuppa di piselli

Il rito olandese del pattinaggio sul ghiaccio prevede, poi, che la giornata si concluda sorseggiando cioccolata calda e mangiando le frittelle tradizionali (simili ai pancakes), i poffertjes. Un altro piatto della tradizione, che non manca mai ai bordi delle piste di pattinaggio di Amsterdam, è una calda zuppa di piselli. 

Pattinare ad Amsterdam con i rollerblade

A marzo le piste da pattinaggio sul ghiaccio chiudono ad Amsterdam, ma gli appassionati possono rifarsi con i rollerblade. Ogni venerdì sera i pattinatori si danno appuntamento a Vondelpark alle 8.30 per attraversare insieme le vie della città sui pattini a rotelle.

L’Olanda dei canali, ecco i più belli

I canali olandesi offrono alcuni degli scorci più suggestivi ed iconici del paese.

canali olandesi sono quanto di più iconico si possa immaginare insieme ai mulini, ai tulipani e agli immancabili zoccoli di legno. Molte città sono state costruite intorno alla rete di canali, che caratterizzano anche realtà più piccole e meno conosciute ma che necessitavano, comunque, di una via per consentire il trasporto, l’irrigazione e il drenaggio dell’acqua. La capitale vanta, ovviamente, i canali più noti tanto che il quartiere centrale, quello dei canali appunto, è stato dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Tra quelli da non perdere c’è il Gouden Bocht (Curvatura dorata), da Leidsestraat a Vijzelstraat, dove si affacciano le case più belle e prestigiose di Amsterdam. Il ponte all’angolo tra Reguliersgracht e Herengracht ha una vista unica su ben quindici ponti, la cui vista privilegiata si gode mettendosi al lato della strada con i numeri civici dispari. Uno dei luoghi più pittoreschi è il Magere Brug, ovvero il Ponte magro, che soprattutto di notte acquista un’area particolarmente romantica grazie alla perfetta illuminazione.

se lo smartphone dovesse cascare in acqua? Niente paura… ecco la soluzione ideale 

Visitando le città dall’acqua si possono scorgere i particolari più interessanti dei palazzi e ammirare alberi meravigliosi. Anche ad Utrecht, come dimostrano le tante possibilità di tour compreso l’affitto dei pedalò. Qui i canali sono ben diversi da quelli di Amsterdam, poiché vi si affacciano numerose cantine e sono caratterizzati dalle doppie banchine in quanto, nella seconda metà del XII secolo, gli abitanti scavarono delle gallerie che dalle banchine di ormeggio conducevano direttamente alle abitazioni. Il canale più famoso di Utrecht è l’Oudegracht, lungo circa due chilometri. Altre città particolarmente suggestive grazie ai canali sono Leida e Delft. La prima vanta una rete di canali che formano una delle più grandi opere difensive d’Europa, dalla struttura ancora intatta. Il canale più esterno, infatti, venne realizzato per difendere la città. I canali di Leida sono fiancheggiati da banchine alberate dove attraccano le barche e, per numero di canali e ponti, è la seconda città d’Olanda dopo Amsterdam. Anche il bellissimo parco cittadino, l’Het Plantsoen, è racchiuso tra i canali del centro storico e si può ammirare con i tour sull’acqua che portano anche alla scoperta di alcuni spettacolari ponti come il Visbrug e il Koornbrug. La città di Delft si è sviluppata intorno al suo canale più antico, l’Oude Delft, che con gli altri fa parte del progetto originale della città che necessitava di un sistema di difesa e di un sistema per trasportare merci, persone e rifornimenti.

Clima, Temperature e Meteo ad Amsterdam

Hai prenotato il volo, organizzato tutto o quasi, conosci il livello di sicurezza della capitale olandese, leggi e regole; non ti resta che scoprire clima e temperature ad Amsterdam per infilare in valigia tutto quello che serve per trascorrere qualche giorno di vacanza senza pensieri.

Il clima ad Amsterdam è atlantico: significa che vento, umidità e pioggia non mancano in qualsiasi stagione. Il tempo è variabile, imprevedibile, quindi ti conviene portare ombrello ed impermeabile anche se parti d’estate. In parte, il tempo ad Amsterdam è simile a quello di Londra.


Il clima durante l’anno

Il clima di Amsterdam è umido, piovoso e ventoso, influenzato dal Mare del Nord e dal non distante Atlantico.

L’inverno è freddo con temperature minime che calano di pochi gradi sotto lo zero. L’estate inizia a giugno e va avanti fino a fine agosto: è fresca con temperature che non superano i 25°C.

Piove, in media, 185 giorni all’anno: le piogge non sono abbondanti ma frequenti, distribuite nel corso dell’anno. La nebbia è in agguato nelle mezze stagioni. La stagione più piovosa dell’anno è l’autunno, la meno piovosa è la primavera. Il vento è particolarmente intenso da novembre a marzo.

Amsterdam non è particolarmente soleggiata: il sole si fa vedere da maggio ad agosto seppure il tempo si mantenga variabile, mentre da novembre a febbraio la sua presenza è rara.

Se ti piace nuotare sappi che il Mare del Nord è freddo anche in estate.


Temperature medie

  • Gennaio              3°C
  • Febbraio             3°C
  • Marzo                 6°C
  • Aprile                  8°C
  • Maggio               13°C
  • Giugno               15°C
  • Luglio                 17°C
  • Agosto               17°C
  • Settembre         15°C
  • Ottobre              11°C
  • Novembre          7°C
  • Dicembre           4°C

Pimavera

Tra marzo e maggio, in primavera il tempo è ancora instabile: all’inizio è fredda (a marzo potrebbe ancora nevicare), gradatamente si fa più mite e le temperature cominciano a salire mentre le giornate si allungano. Aprile e maggio sono i mesi più soleggiati, meno piovosi: a metà maggio le giornate diventano più calde (con massime anche di 25°C).

Estate

Tra fine maggio e giugno inizia l’estate, mite e piacevole ma fresca con temperature massime di 20-22°C di giorno mentre, di notte, il freddo si fa sentire. L’estate ad Amsterdam non è mai calda (come la intendiamo noi italiani). Vento e pioggia sono sempre in agguato e le nuvole sono sempre pronte a coprire il cielo seppure la temperatura risulti gradevole. La stagione estiva, comunque, registra i livelli più bassi di pioggia.

Autunno

Il mese di settembre è uno dei migliori per visitare Amsterdam: le temperature sono abbastanza gradevoli nella prima metà del mese. Poi, l’autunno si fa progressivamente più grigio, ventoso, umido. Ottobre è il mese più ventoso (insieme a marzo) e può portare le prime gelate notturne come novembre.

Inverno

L’inverno ad Amsterdam è freddo con temperature notturne intorno allo zero e diurne di pochi gradi al di sopra dello zero. Umidità e vento intensificano il freddo. Ad inverni abbastanza miti possono alternarsi inverni gelati (se masse di aria fredda dalla Russia raggiungono la città) e nevicate con temperature sotto lo zero (non oltre i -13°C, toccando raramente i -20°C). Le nevicate ad Amsterdam sono frequenti ma non abbondanti.

Il periodo ideale

Il periodo migliore per andare ad Amsterdam va da metà maggio a metà settembre seppure sia l’estate l’alta stagione durante cui si registra il maggior numero di turisti in città ed i prezzi degli hotel salgono.

Se, quindi, vuoi evitare l’ondata di turisti ma anche il freddo invernale, puoi scegliere tra metà aprile, maggio, settembre e metà ottobre.

Cosa infilare in valigia

Se capiti in inverno metti in valigia gli abiti più pesanti che hai nel tuo guardaroba e non dimenticare guanti, cappello, sciarpa, ombrello.

Se, invece, scegli i mesi più caldi (luglio, agosto) porta con te abiti leggeri, maniche corte, senza dimenticare una felpa, un maglione, una giacca leggera ed un ombrello.

Nelle mezze stagioni ti conviene vestirti a strati: porta con te anche un maglione ed un impermeabile.

Non dimenticare il tempo costantemente variabile di Amsterdam: in qualsiasi stagione dell’anno, una felpa, un impermeabile, un ombrello ed una giacca possono sempre fare comodo.

Amsterdam: la Guida Definitiva su Cosa Vedere e Fare

Amsterdam è una delle più belle città del mondo. Hai in programma di visitare il Museo di Van Gogh, l’affascinante Piazza Dam, lo stupendo Mercato dei fiori? Scopri quali sono i posti imperdibili della capitale d’Olanda, una delle mete europee assolutamente da vedere, sia che sei un amante dell’arte e dei mercatini colorati, sia delle lunghe passeggiate nei grandi parchi e dei romantici tour nei canali che attraversano il centro cittadino.

Non mancano naturalmente i café, i tipici negozi di artigianato, le discoteche e i tanti locali per divertirti la notte, ma ricorda di prestare sempre attenzione alle tantissime biciclette che sfrecciano veloci per le vie cittadine, il mezzo di trasporto preferito e più usato dagli olandesi, per un posto che risulta tanto incantevole quanto seducente e che rimarrà nel tuo cuore per tutta la vita.

Cosa visitare ad Amsterdam

Amsterdam è meravigliosa, te ne accorgerai appena sceso dall’hotel. Una volta arrivato suggeriamo di farti un bel giro tra i canali, per ammirare i suoi caratteristici edifici risalenti all’età del Rinascimento, scoprire le principali attrazioni della città e fare tanti scatti per rendere immortale il tuo viaggio in Olanda.

Forse non sai che ad Amsterdam puoi fare visita alla Casa di Anna Frank. Molti i turisti che ogni giorno si mettono in fila per questo imperdibile viaggio nella memoria, in cui scoprire la libreria con nascondiglio segreto della famiglia, per un posto carico di storia. È gratis l’ingresso per i più piccoli fino a 10 anni di età.

Una volta giunti ad Amsterdam passerai certamente più volte per la celebre Piazza Dam. Un posto speciale, al centro della città, una gigantesca piazza affollata di turisti e in cui noterai le tantissime biciclette parcheggiate. Sono organizzate periodicamente fiere, mercatini, eventi d’arte, manifestazioni culturali, con tanti artisti di strada che ogni giorno si esibiscono in pubblico. Qui trovi il Palazzo Reale (Koninklijk Paleis), la Chiesa nuova (Nieuwe Kerk) e un obelisco costruito in onore dei caduti nella Seconda Guerra mondiale (Nationaal Monument).

Sempre al centro di Amsterdam, che tu sia un amante dell’arte oppure no, ti consigliamo di fare un salto nella Casa di Rembrandt, il famoso pittore, aperta tutti i giorni dell’anno e scoprire così il posto dove sono nati tanti suoi capolavori.


Cosa fare ad Amsterdam

Giunto ad Amsterdam, una tappa imperdibile del tuo soggiorno è il Van Gogh Museum, dove è custodita la più ampia collezione al mondo di Van Gogh. Se non sai dove si trova, chiedi della Museumsplein. L’ingresso è gratuito fino ai 18 anni.

Sulla stessa piazza si affaccia l’elegante Rijksmuseum, in cui ammirare una ricca collezione di arte fiamminga con diverse opere di Rembrandt, e lo Stedelijk Museum, il museo d’arte moderna e contemporanea della città, in cui sono custodite anche diverse opere di Picasso e Chagall. Sempre aperto durante l’anno. Amsterdam è celebre in tutto il mondo per il Bloemenmarkt, il mercato dei fiori, con tantissime bancarelle galleggianti sulle acque, ubicato sul canale Singel e aperto tutti i giorni.

Amsterdam Light Festival è invece la manifestazione in programma ogni anno nei mesi di dicembre e gennaio, con tante luci colorate ad adornare la città e con i canali di Amsterdam addobbati a festa, diventando delle autentiche opere d’arte all’aperto. Sempre nel periodo delle festività numerosi sono i Mercatini di Natale dove puoi trovare oggetti artigianali e artistici, con affollati gazebo in cui gustare le prelibatezze locali.

Per quanto riguarda il divertimento notturno, sono molteplici i locali sparsi per la città, soprattutto nei quartieri di Rembrandtplein, ad iniziare dalla discoteca a tre piani del “Sinners”, con musica dedicata agli amanti di tutti i generi (R&B, House, hip-hop, soul).

Nei pressi della stazione centrale trovi il “Panama club” di Amsterdam, un imponente edificio con Cafè e ristorante, teatro con bar e una frequentata discoteca. Ti segnaliamo anche il “Jimmy Woo”, un bel night club dove ascoltare e divertirti con differenti generi musicali e, sempre al centro della città, il “Club Ministry”, una piccola ma accogliente discoteca per ballare fino all’alba, e per finire il popolare “Escape”, se sei amante soprattutto della musica House e Techno, con straordinari effetti e giochi di luci.

Per la musica dal vivo, nella parte nord di Amsterdam, ti suggeriamo di recarti nella Westergas Area, esattamente al “Flex Bar”, dove sono in programma emozionanti serate live. In alternativa chiedi del “Winston”, uno dei migliori locali in assoluto, con concerti in qualsiasi periodo dell’anno.

Cosa mangiare ad Amsterdam

Mangiare ad Amsterdam non sarà per te un problema in quanto sono davvero tanti i locali e le specialità da gustare. Puoi scegliere di cenare nei ristoranti oppure prediligere un più classico fast food. Senza dimenticare i cafè ed i chioschi sparsi nelle vie cittadine, dove provare i piatti tipici del posto. Sono numerose le etnie ad Amsterdam e ognuna di queste ha certamente influenzato l’arte culinaria in città. Se ti piace la cucina etnica, Amsterdam è dunque il posto giusto per te: indiana, turca, cinese, messicana, greca, giapponese e anche italiana.

Ti consigliamo innanzitutto di provare il “rijsttafel”, ovvero riso con un misto di pesce, carni e verdure, prelibatezza della cucina indonesiana. Recati anche nel ristorante Tokoman, presso Waterlooplein 327, dove comprare il “broodje pom”, un piatto famosissimo in città: pollo arrosto con salse speziate piccanti e cipolla.

Se vuoi provare un piatto tradizionale, mangiare bene e spendere poco, ordina la zuppa di piselli, la erwtensoep, solitamente offerta a prezzi competitivi.

Ti segnaliamo anche le catene di distributori automatici in franchising (su tutti FEBO) presenti negli snack bar, dove trovare arancini di riso, involtini di carne, crocchette di ragù e hamburger, tutti i giorni freschi e con un ottimo rapporto prezzo-qualità. Se sei un amante dello street food, l’Albert Cuyp Market, nel quartiere De Pijp, è un mercato molto popolare, dove ti consigliamo di provare le patatine fritte con deliziose salse, da portarti comodamente dietro durante i tuoi giri per la città, oppure il panino con aringa, cipolla e cetrioli, il “broodje haring”.

Per i golosi assolutamente da assaggiare i “poffertjes”, gustose frittelle con burro e zucchero a velo, e la “Appeltaart”, ovvero la più classica torta di mele.

Nei mercati di quartiere puoi trovare diversi prodotti alimentari freschi e a tal proposito segnati sul calendario che il sabato mattina una visita è d’obbligo al “Noordermarkt”, dove gustare degli squisiti frullati di frutta e verdura fresca. Ricordati che se hai deciso di mangiare in un ristorante di Amsterdam, l’orario di cena è leggermente anticipato rispetto alle abitudine italiane, verso le 19 di sera, dunque è possibile trovare locali con cucine chiuse dopo le ore 22.

Se desideri cenare e ascoltare nello stesso tempo musica blues dal vivo, nella zona centrale della città, esattamente in Leidsekruisstraat 6-8, trovi il Bourbon Street, famoso e frequentato locale della capitale olandese.

Per pranzare in un buon ristorante, il De Groene Olifant, in Sarphatistraat 510, fondato nel lontano 1880, può rappresentare una valida scelta. In alternativa il lussuoso Luxembourg, in Spui 24, tra i migliori e più frequentati da residenti e turisti.


Cosa comprare ad Amsterdam

Se stai pensando a cosa regalare ad amici e parenti come souvenir del tuo soggiorno ad Amsterdam, per gli amanti dell’arte culinaria, imperdibili sono i formaggi olandesi, tra cui ti segnaliamo il Gouda, il Geitenkaas, il Maasdammer, il Boerenkaas. Recati al Kaaskamer van Amsterdam per acquistarli. Appassionato di fiori? È risaputo che i tulipani sono uno dei simboli tradizionali olandesi e dunque ti consigliamo di fare un salto al rinomato mercato di fiori di Amsterdam.

Se sei invece alla ricerca di prodotti tipici artigianali, imperdibili i tradizionali zoccoli di legno, i “klompen”, altro simbolo del Paese. Sono in vendita tra le bancarelle dei mercati e nelle tante botteghe degli artigiani. In alternativa puoi portare con te un prodotto spiccatamente artistico e realizzato in porcellana Delft, tipica lavorazione del Paese. A tal proposito vai nei negozi della Jorrit Heinen Royal Delftware.

Un regalo originale per portarti dietro un ricordo del tuo viaggio in Olanda è rappresentato dai “KEK Amsterdam”, ovvero scatole a forma di tipica casa olandese in cui conservare i tuoi oggetti negli armadi. Naturalmente le tradizionali abitazioni olandesi sono in vendita anche sotto forma di portachiavi, calamite e in molte altre riproduzioni.

Se desideri dedicarti a qualche ora di “autentico” shopping per le vie di Amsterdam, recati presso De Negen Straatjes, ubicata nella Cerchia dei Canali, tra i quartieri Leidsestraat e Jordaan, con negozi, gioiellerie, boutique di vario genere e prezzi per tutte le tasche.

Stai cercando brand di lusso della moda? La via P.C. Hooftstraat è il posto ideale, con marchi celebri come Chanel, Louis Vuitton, Ralph Lauren. Continua a camminare e arriverai su Van Baerlestraat, un’altra bella via dove trovare tante idee regalo per fare i tuoi acquisti.

Un grande magazzino, forse il più famoso della città, è nella celebre piazza Dam, “De Bijenkorf”. Proprio dietro si trova il centro commerciale “Magna Plaza” mentre nella vicina Kalverstraat puoi fare un salto ai tanti negozi del De Kalvertoren. Kalverstraat e Leidsestraat sono due tra le vie più esclusive dedicate alla shopping, dove trovare anche brand di catene internazionali come H&M, Zara, Filippa K, Karen Millen.

Se cerchi una via ricca di negozi di vario genere, recati presso la Stazione di Amsterdam e chiedi di viale Haarlemmerdijk: scarpe, vestiti, prodotti artigianali tipici, cibo olandese ti aspettano. Per uno shopping in pieno relax, vai sulla Beethovenstraat, nel quartiere dello Zuid, con tanti store di abbigliamento e rinomate pasticcerie, per una rilassante passeggiata tra i negozi gustando alcuni tipici prodotti locali, in uno dei posti più eleganti della città.

Com’è spostarsi ad Amsterdam: Consigli Utili

Ti offriamo una guida completa su come muoversi ad Amsterdam anticipandoti subito che la capitale olandese non è una città grandissima. E’ facile orientarsi, le zone centrali che racchiudono le principali attrazioni turistiche sono abbastanza circoscritte per cui risulta semplice e comodo spostarsi anche a piedi o in bici per ammirare più da vicino le bellezze della città.

La rete dei mezzi di trasporto pubblico urbano è rapida, efficiente, ben integrata. Metro, bus, tram, traghetti, bici, taxi ed altro ancora: preparati a scoprire tutti i servizi di trasporto offerti da Amsterdam con relativi prezzi dei biglietti e dritte per risparmiare.

Metro

L’intera rete urbana dei mezzi pubblici è gestita dalla compagnia GVB che offre servizi di metro, autobus, tram (perfettamente sincronizzati) e traghetti.

Metro, autobus e tram sono attivi dalle 6 alle 24 ma è possibile usufruire di bus notturni. I tram servono per spostarsi in centro, i bus coprono tutta la città, la metro raggiunge la periferia ed è usata di solito dai pendolari. Tutti i mezzi partono dalla Stazione Centrale (Centraal Station).

Al contrario delle altre città europee, le 4 linee della metro di Amsterdam non rappresentano il mezzo ideale per muoversi in città: collega il centro con zone periferiche come Amstelveen, Diemen,  Bijlmer e Amsterdam Zuidoost.


Autobus e tram

Le 18 linee di tram sono il mezzo più comodo e rapido per muoversi nel centro storico della città: per questo motivo, sono le più usate anche dai turisti. I tram ti permettono di spostarti velocemente da un quartiere all’altro di Amsterdam mentre ammiri le principali attrazioni turistiche durante il viaggio. Il servizio, attivo tutti i giorni dalle 6 alle 24, è regolare ed efficiente con corse frequenti.

Se, invece, vuoi risparmiare puoi acquistare Pass GVB, validi per tutti i mezzi pubblici. Ecco i diversi prezzi in base alla durata:

Per risparmiare al massimo ed ottenere ingressi gratis nei principali musei e sconti in ristoranti e servizi convenzionati, faresti bene ad acquistare la carta turistica ufficiale della capitale olandese, la I Amsterdam City Card, tessera magnetica nominale. Vediamo perché.




Cos’è da non fare ad Amsterdam!

In una città in cui la metà della popolazione ha meno di 35 anni e il proverbiale spirito di tolleranza è ancora lontano dal cedere il passo, può sembrare che tutto sia lecito. Sì, molte cose lo sono, ma non tutte! Quindi, se volete evitare brutte sorprese seguite questi suggerimenti.

Non fatevi multare!

Non è una notizia fresca di stampa, ma è bene ricordarsene! Dal 2004 è vietato fumare sui treni, nelle stazioni, nelle sale d’attesa e lungo le banchine dei binari.Sono state create aree apposite dove è consentito fumare e di conseguenza spegnere la propria sigaretta. Inoltre, è proibito consumare alcolici per strada(l’unica eccezione è il Giorno del Re). Perciò è meglio finire il proprio drink nel club o nel pub dove si è acquistato. Altri consigli (più o meno) ovvii: evitate gli schiamazzi notturni, non fate fotografie alle ragazze in vetrina nel quartiere a luci rosse ed evitate comportamenti incivili: i bagni pubblici sono presenti in tutta la città…

Chi ha detto che il traffico non esiste?

L’impatto con la bellezza di Amsterdam è così forte che molti visitatori stranieri considerano la città un museo a cielo aperto, in cui si gode di una certa immunità da rischi e pericoli. E così, cedendo al richiamo della contemplazione, vanno a zonzo per la cintura dei canali camminando in mezzo alla strada! Il risultato, nei migliori dei casi è di innervosire i tranquilli olandesi, che quando sono alla guida diventano particolarmente aggressivi! Nel peggiore dei casi, si rischia di essere travolti.

Attenti ai ciclisti!

Passeggiando per la cintura dei canali conviene fare attenzione soprattutto ai ciclisti, che spesso compaiono all’improvviso e vanno come schegge. Del resto pare sia loro concesso tutto, anche andare contromano o affiancati! Ricordate, infine, che le piste ciclabili ufficiali sono facilmente riconoscibili grazie al colore rosso dell’asfalto.

Dimenticatevi dell’automobile (in centro)

Il cuore della capitale è abbastanza caotico, pieno di lavori in corso e perennemente congestionato dalle automobili. Il traffico si incolonna spesso dietro furgoni in sosta, soprattutto lungo i canali, e le arterie più grandi sono frequentate da ciclisti sbadati. I parcheggi sono difficili da trovare e tutti a pagamento. Da questo punto di vista, Amsterdam non è molto diversa dalle altre capitali europee. Però c’è una buona notizia: il centro ha dimensioni contenute e si gira facilmente a piedi, in bicicletta o con mezzi del trasporto pubblico. Fatene tesoro ed eviterete stress, brutti ricordi e costi elevati per il parcheggio.

E le droghe?

Ad Amsterdam è permesso molto, ma non tutto. Soltanto le droghe leggere come l’hashish o la marijuana sono tollerate e anche queste possono essere vendute solo nei coffee-shop autorizzati che possiedono un’apposita licenza statale. L’acquisto e la vendita sono invece vietati per strada. Chi vuole rischiare, oltre a commettere un reato e a essere passibile di pena, spesso viene imbrogliato dai venditori. Nei Paesi Bassi l’importazione e l’esportazione di sostanze oppiacee sono punite con una pena detentiva fino a 12 anni. Il possesso e la vendita di una quantità di droghe leggere inferiore a 30 g con un mese di prigione.

Non andatevene senza vivere un po’ d’arte

Se i musei sono l’ultima priorità che considerate quando siete in visita in una città, tenere presente che questo ad Amsterdam sarebbe un vero delitto! Per penetrare fino in fondo l’essenza di questa città non è suffiente fare tardi lungo i canali, perché qui vi potete vivere alcuni incontri a tu per tu con dei veri mostri sacri. Due su tutti: la grandiosa, cupa e vivida rappresentazione della Ronda di notte di Rembrandt al Rijksmuseu e il Van Gogh Museum, che ospita la più grande collezione al mondo dedicata al genio tragico di Vincent!

Amsterdam Coffee Shop: menù, prezzi, legge

Coffee shop ad Amsterdam: come funzionano? Quali sono i prezzi e i menù più gettonati? Scopriamo insieme BullDog, il coffee shop più famoso della città

Se Amsterdam è una meta turistica contemplata dalla maggior parte dei viaggiatori per la meraviglia dei suoi specchi d’acqua, lo è anche per le sue strade, e almeno una volta nella vita, visitare uno dei tanti coffee shop diventa una promessa tra amici, fatta di curiosità e voglia di sperimentare.

coffee shop sono frequentatissimi dalla gente del posto e dai turisti. Lo Stato ha indicato chiaramente quali sono i locali autorizzati, all’interno dei quali si possono consumare quantitativi modesti di droghe leggere, regolamentati dalla politica dei Paesi Bassi.

E’ tutto molto easy all’interno degli Amsterdam coffee shop! Si possono provare, consumare e confrontare gli effetti delle diverse droghe leggere, perciò lasciatevi guidare dai preziosi consigli dei venditori. Inoltre, nei locali si possono trovare tutti gli accessori adatti, per l’uso e il consumo della cannabis!

I menù più gettonati

Sui famosi menù coffee shop le portate principali sono le numerosissime tipologie di hashish e marijuana. Le informazioni che si trovano su questi menù sono utilissime per la scelta del prodotto, poiché ne differenziano la qualità e ne elencano i possibili sintomi. L’hashish e la marijuana non sono gli unici prodotti che si possono trovare all’interno di questi menù coffee shop. Troverete anche bevande e svariate tipologie di piatti.

Non potrete fare a meno di assaggiare un tipico piatto di questi locali, che vostra madre sicuramente mai vi preparerà: gli Hash Brownies. Questi tortini a base di marijuana sono tremendamente buoni e proprio per questo motivo un errore che non dovete commettere è quello di esagerare. Lo sbaglio commesso da quasi tutti è quello di abbuffarsi con questa succulenta pietanza trascurando però il fatto che la digestione, con successivi sintomi dovuti all’assimilazione di THC nello stomaco, comincia dopo almeno un’ora dall’ingerimento. Inoltre, si avverte preventivamente che gli effetti sono di gran lunga maggiori poiché il THC viene assimilato nel tratto gastrointestinale e non comunemente tramite l’apparato respiratorio.

I prezzi

Non si può certo dire che Amsterdam sia una città low cost. Ma d’altronde c’era da aspettarselo! Entrando nel dettaglio, all’interno dei coffee shop i prezzi variano a seconda della qualità del prodotto che andrete a comprare. Solitamente partono tutti da una spesa minima di 10 – 15 Euro al grammo;diversamente se cercate qualche articolo più raro e rinomato dovrete sborsare dai 25 – 30 Euro al grammo, sino ad arrivare ad un massimo di 60 Euro al grammo per i prodotti Top Quality!

Cosa dice la legge sui Coffee Shop?

Secondo la legge sui Coffee shop ad Amsterdam possono essere venduti giornalmente solo 5 grammi a persona ed è vietato di visitare più di 6 coffee shop. In poche parole la città concede un totale di 30 grammi procapite giornaliere. Se la vostra fantasia vuole spingersi oltre, dimenticate i funghetti allucinogeni, in quanto dichiarati ormai fuorilegge!

Piccola nota politica: nel 2012 una legge ha limitato l’ingresso nei coffee shopai soli olandesi, in alcune regioni a sud del paese. Tale legge avrebbe dovuto espandersi in tutti i Paesi Bassi ma, sempre nello stesso anno si decise di lasciare autonoma la scelta alle amministrazioni locali se rendere tutto effettivo o meno.

Mappa dei Coffe Shop

coffee shop sono ben distribuiti in quasi tutta la città: al centro di Amsterdam ne troverete concentrati in una maggiore quantità; utile però è fare qualche distinzione. La maggior parte dei coffe shop, presenti nella zona a Luci Rosse della città, sono senza ombra di dubbio i più anonimi, sconsigliati ed economici. Uscendo al di fuori della zona di Amsterdam non potrete non visitare quelli che sono i più famosi e storici coffee shopBullDog, Dutch Flower, Barney’s, Green House e Dampkring. Questi sono solo alcuni tra i più famosi, ma meritano di essere menzionati, per via dei loro servizi, per l’ottima qualità e per il punto strategico in cui si trovano, se non tutte e tre le cose insieme. Quasi tutti fanno orario continuato dalle 9.00 al’1.00 di notte, eccetto il sabato, mentre qualcuno rimane aperto fino alle 3.

BullDog: il Coffee Shop più famoso

BullDog è il più storico e famoso Coffee Shop Amsterdam, proprio per questo motivo merita un approfondimento, senza però nulla togliere a tutti gli altri. Vi farà piacere sapere che questo è uno dei coffee shop più frequentati dai turisti italiani. E’ facilmente riconoscibile per via del suo famoso logo raffigurante un mastino con il collare borchiato, diventato il simbolo di una moltitudine di oggetti di merchandising e souvenir. Sarà sicuramente una tappa piacevole del vostro viaggio, anche per la vostra vista, considerando che è situato in uno dei più caratteristici quartieri di Amsterdam, ed è uno dei pochi ad avere dei posti a sedere esterni con un bellissimo panorama.

Altri coffee shop

Esistono 4 coffee shop differenti ognuno con le sue specialità e caratteristiche: Palace, Rockshop, Lounge ed Energy. BullDog ha una vera è propria catena di negozi distribuita in varie zone della città, sicuramente una tra le differenti versioni rispecchierà i vostri standard!

Non vi resta che mettervi in viaggio e andare a constatare con i vostri occhi. Amsterdam, da tutti conosciuta anche come la Venezia olandese, ha da sempre avuto questo fascino libertino, facendo vivere un’esperienza unica ed indimenticabile a tutti coloro che hanno voluto visitarla.