Top 10

Van Gogh Museum

Il museo che costudisce la più vasta collezione al mondo di opere di Vincent van Gogh offre anche l’occasione per comprendere meglio la travagliata personalità dell’artista. In Mostra ci sono oltre 200 tele, dalle prime cupe opere olandesi, come Mangiatori di patate, ai celebri dipinti dai caratteristici colori sgargianti creati nella soleggiata Francia. Completano l retrospettiva le opere dei contemporanei di Van Gogh: Gauguin, Toulouse- Lautrec, Monet ed Emile Bernard.

Bruin cafè

Per un assaggio della Amsterdam più genuina, accomodatevi su uno sgabello in un bruin cafè ( pub tradizionale): quelli più autentici sono in attività da decenni, se non da secoli. I bruin cafè, che devono il nome alle macchie di fumo sulle pareti, stratificatesi negli anni, sono illuminati da candele, hanno pavimenti di legno coperti da sabbia e talvolta un gatto che verrà a farvi le fusa. E, cosa più importante, l’atmosfera è così accogliente che vi verrà voglia di indugiare e chiacchierare per ore con amici davanti a una birra, un incantesimo si ripete ogni sera.

Rijskmuseum

Il museo d’arte più importante dei Paesi Bassi non delude. La folla si accalca intorno alla rotonda di notte di Rembrandt e alla Lattaia di Vermeer, nella Galleria d’onore, ma ci sono molte altre sale da visitare, per una lunghezza di ben un chilometro e mezzo che costudiscono antichi modelli di navi, spade, preziosi cristalli e lanterne magiche. Potreste trascorrere giornate intere a bocca aperta di fronte alle splendide e curiose collezioni, stipate di tante nicchie e angolini. Inoltre, l’edificio monumentale è circondato da un giardino arricchito da molte sculture.

Jordaan

Se ad Amsterdam venisse indetto un concorso per la zona più affascinante, vincerebbe Jordaan, l’ex quartiere operaio. La sua atmosfera intima è insuperabile, con le vecchie case dall’aspetto dimesso, le insolite gallerie d’arte e i negozi vintage sparsi qua e là nelle minuscole stradine. Questo è il luogo in cui si canta nei bar, dove la birra dei bruin cafè sembra più buona e dove potreste trascorrere una settimana a gironzolare senza arrivare a scoprire tutti i cortili nascosti e i ristoranti che ha da offrire.

Vondelpark

Nelle giornate di sole sembra che l’intera città si riversi in questo grande parco, il polmone verde di Amsterdam. Le coppie si sbaciucchiano nei prati, gli amici bevono birra nei dehors dei cafè e cantano e suonano la chitarra. Gli artisti di strada si esibiscono davanti alla folla e i bambini scorrazzano nei parchi giochi. Tutti si divertono ed è uno spettacolo straordinario da osservare. I giardini all’inglese sono punteggiati di laghetti, prati , boschetti e sentieri che invitano la gente a uscire di casa e a esplorare il parco.

Mercati

Amsterdam adora i mercati, da quelli che vendono scampoli di seta e monete a quelli che trattano il formaggi biologici e lucchetti per biciclette. Il re incontrastato è l’Albert Cuypmarkt: qui olandesi e immigrati indonesiani e del Suriname vendono cuoci riso, spezie e spuntini tipici, come i dolci stroopwafels (cialde friabili ripiene di sciroppo). Per i fiori andate al Bloemenmarket, per le teiere di porcellana e bric-à-brac di vario genere al mercatino delle pulci di Waterlooplein, per i libri allo storico mercato di Ouemanhius. Poi ci sono i mercati di antiquariato, d’arte, dei contadini…

Giorno del Re

Per decenni la principale festa nazionale è stata il Giorno della Regina, ma oggi c’è un nuovo sovrano e l’evento si è trasformato nel Giorno del Re; si celebra il 27 aprile, giorno del compleanno di Willem- Alexander, ma se cade di domenica si festeggia il giorno prima. Comunque, a prescindere dal nome e dalla data, l’evento è una buona scusa per organizzare una grande festa, in cui tutti indossano buffi indumenti arancioni, il colore nazionale. Si tiene anche un mercato in cui tutti vendono di tutto e ci sono concerti gratuiti.

Crociera sui canali

Amsterdam ha più canali di Venezia e spostarsi in barca è un ottimo modo per cogliere lo spirito autentico della città. Potete sedervi nei pressi di un canale e osservare le imbarcazioni che scivolano sull’acqua: sembra proprio che una miriade di cafè sia stata costruita per questo scopo. Oppure potete passeggiare lungo i canali e dare un’occhiata ad alcune delle 2500 house-boat. O,meglio ancora, salite su un battello e fate una crociera. Da questa prospettiva capirete perchè l’UNESCO ha dichiarato le vie d’acqua di Amsterdam Patrimonio dell’Umanità.

Anne Frank Hius

Visitare la malinconica camera da letto di Anne e vedere il suo diario, esposto in una teca di vetro, è un’esperienza toccante che ogni anno richiama un milione di persone. Oltrepassate la libreria girevole e salite le scale fino all’appartamento segreto. E’ in questo spazio buio e soffocante che i Frank vissero in clandestinità e in silenzio assoluto durante il giorno, mentre Anne diventava troppo grande per i suoi vestiti, incollava alle pareti le foto dei divi di Hollywood e leggeva Dickens, prima che la sua famiglia venisse misteriosamente tradita.

In bicicletta

Ad Amsterdam ci sono più biciclette che automobili. Tutti pedalano: giovani,vecchi, ragazze con i tacchi alti, poliziotti in servizio, banchieri in doppiopetto con la cravatta che svolazza. In bici si va da per tutto: al lavoro, a fare la spesa e a bere una birra nei cafè.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *